Visure Catastali, Planimetrie Catastali



Consulta gli altri servizi!

Termoregolazione mediante sonda climatica esterna: come funziona? E’ efficiente?

Sonda Climatica Esterna

outdoor

Sonda Climatica

Cominciamo subito col dire che, a mio avviso, è uno dei peggiori sistemi per la regolazione della temperatura all’interno di un edificio. In realtà non è neanche corretto parlare di “regolazione interna all’edificio” in quanto questo sistema non ne misura la temperatura interna! Proprio così! Ecco perchè è uno dei sistemi di regolazione della temperatura meno efficienti! Ed ecco perchè, nella redazione di un Attestato di Prestazione Energetica, fa calare notevolmente la classe energetica di un edificio: dov’è l’efficienza energetica se il riscaldamento interno viene regolato senza misurare la temperatura interna raggiunta e, quindi, senza sapere se un appartamento ha già raggiunto la temperatura di comfort invernale pari a 21 °C?

Ma vediamo come funziona. 

sonda climatica esterna visure catastali

Una sonda climatica esterna

Come dice la parola stessa, si tratta di una sonda climatica esterna (praticamente un sensore) generalmente posizionata all’ombra ed esposta a Nord, cioè in direzione opposta a dove batte il sole, ed è collegata direttamente alla caldaia.

In funzione della temperatura esterna misurata dalla sonda, la caldaia riscalda l’acqua dei termosifoni a diverse temperature a seconda che sia più o meno freddo. Se ad esempio fuori fanno +10 °C, allora la caldaia manderà acqua nei termosifoni ad una temperatura di +40 °C. Se invece fuori ci sono -5 °C, allora la caldaia manderà acqua ad una temperatura di +70°C.

Gli svantaggi di questo sistema sono molteplici, su tutti:

  1. La caldaia non conosce il grado di dispersione dell’edificio. Se è un edificio ben coibentato, dentro si morirà di caldo, consumando molta più energia di quella effettivamente necessaria. Se è un edificio poco isolato, la temperatura di mandata dell’acqua potrebbe essere insufficiente per scaldare gli ambienti in quanto il calore introdotto potrebbe essere disperso dalle murature esterne in rapporto 1:1.
  2. Si pensi ad un riscaldamento centralizzato di un condominio. Un appartamento a piano intermedio generalmente disperde solo su due lati della casa; gli altri due confinano con altri appartamenti riscaldati, come anche superiormente ed inferiormente, senza disperdere ulteriore calore. Un appartamento al piano attico, invece, disperde calore su tutta la superficie di copertura, confinando direttamente con l’esterno, e su tutti  e quattro i lati, se non confina con altri appartamenti. La sonda climatica esterna non percepisce questa differenza e genererà calore nella stessa misura per tutti gli appartamenti, con un grosso spreco di energia per il condominio: gli appartamenti intermedi disperderanno poco calore e necessiteranno addirittura di aprire le finestre per il troppo caldo, mentre invece l’unico a beneficiarne sarà solo l’appartamento dell’attico.
  3. Non è possibile la regolazione della temperatura di mandata dell’acqua.

Se avete questo sistema di termoregolazione non disperate però! E’ sufficiente una spesa irrisoria per ottimizzarlo a fronte di un intervento praticamente inesistente.

Valvola Termostatica

Valvola Termostatica

Si tratta semplicemente di installare valvole termostatiche ai termosifoni. Con esse, infatti, sarà possibile evitare gli sprechi di energia, in quanto una volta che l’ambiente in cui è collocato il termosifone raggiunge la temperatura di comfort, la portata dell’acqua viene gradualmente diminuita e ri-aumentata solo quando la stessa valvola percepirà che la temperatura ambiente si sta abbassando troppo.

Sicuramente eviterà di sprecare più energia di quella effettivamente richiesta a fronte di una spesa di circa 100 € per calorifero; tuttavia se la temperatura dell’acqua non è sufficientemente elevata per scaldare gli ambienti e quindi la casa, le valvole termostatiche non entreranno mai in gioco. In questo caso potrebbe essere utile integrare un sistema di riscaldamento a pompa di calore, una macchina ad alta efficienza energetica.

Ing. Pierpaolo Vittorini

Sonda climatica esterna.

Visure Catastali